Sul Bancone, In cucina

Estrattore o centrifuga? Kuvings risponde

Condividi

Per capire innanzitutto perché scegliere di lavorare frutta e verdura fresche, bisogna prima comprenderne il valore e le proprietà.

PERCHE' SCEGLIERE FRUTTA E VERDURA FRESCHE


Frutta e verdura sono fondamentali per il nostro organismo e pertanto consigliati in tutte le diete equilibrate.

Le piante che crescono sotto il sole assorbono nutrienti dalla terra, nutrienti che permettono loro  di sopportare il caldo torrido e il freddo.

Per proteggersi e crescere, le piante producono sostanze chimiche naturali per un lungo periodo di tempo: queste sostanza sono chiamate fitochimici.

Berne in grandi quantità attraverso frutta e verdura di diversi colori ha effetti antiossidanti.

Si può vivere più a lungo e più sani grazie al loro effetto anti-invecchiamento e alla protezione delle malattie causate da una cattivo stile di vita. Non è facile cambiare le proprie abitudini alimentari di colpo ma si può iniziare aggiungendo ogni giorno un nuovo colore fitochimico alla dieta corrente.

Smettendo di mangiare cibi spazzatura e limitando la carne rossa, sperimentando invece i gusti amari, dolci e aspri della frutta e degli ortaggi, la dieta potrà rapidamente cambiare in meglio.

Ma arriviamo ora alla domanda fondamentale...

CENTRIFUGA O ESTRATTORE?


centrifuga o estrattore?

La prima differenza fra i due riguarda il modo di dividere il succo dalla polpa.
 
La centrifuga possiede una lama sottile circolare che girando ad elevatissime velocità separa il succo della frutta e della verdura dalla polpa. Sfruttando la forza centrifuga, la polpa viene spinta verso un setaccio a fori molto piccoli che filtra il succo trattenendo gli scarti.

L’estrattore possiede invece una coclea, una grossa vite senza fine costituita da un polimero plastico (Ultem) totalmente atossico e privo di elementi metallici, in grado di non spezzare il cibo ma di masticarlo (per questa sua caratteristica è infatti anche chiamato “masticatore”). Gli ingredienti vengono spremuti ricavandone il succo e separando totalmente i residui secchi di frutta e verdura.

Per il nostro organismo un bicchiere di succo di frutta e/o verdura di stagione è sempre ottimale, ma esistono molte differenze tra il prodotto realizzato con una centrifuga e quello di un estrattore.

Una delle differenze principali è il numero di giri.

Una centrifuga effettua tra i 6.000 e i  18.000 giri al minuto, l’estrattore meno di 100 (Kuvings a 60 giri/min).
Più giri effettua il macchinario più si genera calore e viene incamerata molta aria, si favorisce il processo di ossidazione del succo che altera parte degli enzimi vivi e delle sostanze nutritive.

L’estrattore girando a un bassissimo numero di giri non si surriscalda, per questa sua caratteristica gli viene attribuito il nome di «estrattore a freddo» o «slow juicer», mantenendo le proprietà nutritive inalterate.

Infine, differiscono nella lavorazione degli scarti.

Con l’estrattore si ottengono pochi scarti e molto secchi perché grazie alla pressatura, il macchinario separa dalla polpa una quantità maggiore di succo. Gli scarti della centrifuga sono più copiosi e umidi perché contengono ancora del succo che non è stato filtrato. Gli estrattori infatti estraggono fino al 30% in più di succo rispetto alle centrifughe partendo da una stessa quantità di frutta/verdura.

centrifugati o estratti?

QUALI SONO I VANTAGGI DELL'ESTRATTORE KUVINGS?


L’estrattore Kuvings preserva al meglio sostanze nutritive, minerali ed enzimi, garantendo un gusto insuperabile.

L’estrattore di succhi per eccellenza Kuvings è dedicato a chiunque desideri uno stile di vita più sano: l’organismo comincerà a trarne beneficio fin dal primo bicchiere.

Per la digestione della frutta e la verdura intere occorrono tempi lunghi, tra le 3-5 ore, poiché le cellule vegetali hanno pareti cellulari molto resistenti. Questo implica anche che il nostro organismo, impegnato nel processo di digestione, riesca ad assimilare solo il 17% dei principi nutritivi.

Il succo prodotto con un’estrazione a freddo, invece, garantisce ben il 65%  di assimilazione di tali principi, con un tempo di digestione di soli 10-15 minuti.

Questo è possibile poiché Kuvings e i suoi filtri sono in grado di omogeneizzare le cellule vegetali, anche le più resistenti, e accelerarne il processo di assorbimento.

Per godere di tutta la salute della natura, sarebbe necessario dunque non solo mangiare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, possibilmente cruda, ma integrare questa buona abitudine con l’assunzione di estratti e succhi freschi.

proprietà dei colori di frutta e verdura

Fonte http://www.kuvingsitalia.it/