Formazione e innovazione: RG presenta 100% Chef

Nel lontano 2008, Giorgio Negri incontra Angel Salvador alla fiera di Barcellona. Il primo era in cerca di nuove idee da proporre ai suoi clienti barman al quale si dedica dal 1983, il secondo stava proponendo l’affumicatore, il primo oggetto prodotto e commercializzato dalla sua azienda, allora appena nata.

Oggi, 9 anni dopo, Angel ha presentato a Milano, presso la scuola InDrinkable alcuni dei centinaia di prodotti nati dalla sua creatività, prodotti per il mondo del cocktail e della cucina, unici per l’imprescindibile unione di design e funzionalità con cui sono stati studiati.

La giornata ha preso il via con l’affumicatore, quel primo famoso prodotto, che dopo tanti anni molti professionisti ancora non conosco e  non usano nel modo corretto. Si è parlato di affumicatura a freddo, di legni e di umidificazione, di oli essenziali e di come fare in modo che l’affumicatura sia sfruttata al meglio.

Abbiamo continuato col sottovuoto, dal metodo casalingo del Click It, alle macchine professionali, passando quindi da una resa al 60% del primo al 95% dell’altro.

Abbiamo usato il Vortex per estrarre idrolati e il Foam Kit, generalmente usato per le arie, per il sottovuoto stesso, in modo da sfruttarlo il più possibile.

Si è poi passati all’Infusion Bowl, a quella che noi chiamiamo ‘La Bolla’. A prima vista un grosso bicchiere che in realtà si può usare per almeno 4 diverse funzionalità. Scaldare i distillati  per infonderli (esempio un rum alla cannella), ma anche per preparare drink a inizio giornata, metterli sottovuoto e conservarli, e ancora presentare mangia-e-bevi o semplici drink ma completi di frutta, fiori, erbe ecc.

A intervallare la presentazione degli oggetti più complessi, sono stati ritagliati piccoli spot per presentare bicchieri soffiati borosilicati delle più disparate forme, come il doppio bicchiere a clessidra ‘Take your time’, il pesce palla, l’ananas, la medusa e altri pezzi unici. Ancora, le latte sigillabili in modo semplice e veloce per presentare marmellatine alcoliche, o i finti dentifrici in alluminio laminato difficilmente deformabile ma semplicemente sigillabile.

Gli oggetti innovativi erano tantissimi e non sono mancate idee semplici ma geniali, come il marchiatore in bronzo per ghiaccio che imprime la propria forma solo grazie al materiale con cui è realizzato.

Nella seconda metà della giornata è stato poi mostrato l’utilizzo del Cool Bar, la macchina raffredda-bicchieri, al quale si può aggiungere un accessorio per creare ghiaccio secco istantaneo delle forme più disparate.

L’utilizzo del ghiaccio secco ha catturato l’attenzione per il suo evidente effetto scenografico. Così, è stato dimostarto  come un bicchiere sigillato dotato di tubo in uscita diventi un trasmettitore di ghiaccio secco al bicchiere che si vuole far ‘scomparire’ nella nebbia della campana a cui arriva.

A chiudere, uno dei prodotti più innovativi del mercato della miscelazione di oggi: il Fun Shisha, si tratta di un oggetto utile a ‘fumare’ i drink invece che a berli. Il principio è quello del narghilè, applicato però al mondo della miscelazione. Servono del tabacco aromatizzato senza nicotina (per poterlo utilizzare anche all’interno dei locali ed evitare tutte le spiacevoli conseguenze da essa derivate), del carbone e un semplice drink, al quale aggiungere fiori, frutta, erbe, per un maggiore impatto visivo. Basterà bruciare il carbone e aspirare dalla cannula. In base alla frequenza con cui si aspira, l’aspirazione può durare da un quarto d’ora a mezz’ora e, semplicemente cambiando il boccaglio, la si può condividere. Un modo di consumare cocktail decisamente originale che attirerà l’attenzione del resto della sala.

Questi sono solo alcune delle tante idee che 100% Chef ha sviluppato negli anni e in cui RG ha sempre creduto. Chissà quali altre hanno in serbo… Seguiteci, e lo scoprirete presto!

Un particolare ringraziamento va alla scuola di InDrinkable per l’ospitalità e in particolare a Giaime per aver tradotto, supportato e aiutato la presentazione.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *