10 anni di Summer Drink&Eat Festival

Una delle soddisfazioni più grandi per un’azienda è sempre quella di crescere assieme ai propri clienti e di poterne seguire il percorso professionale.
I dieci anni di Summer Drink&Eat Festival, tra le note positive che ci hanno offerto e i tanti importanti rapporti professionali consolidati, ci hanno permesso anche questo, di veder crescere sotto i nostri occhi un’intera generazione di nuovi e bravissimi mixologist. Molti dei migliori bartender italiani sono passati dal Summer, alcuni vi sono proprio “nati” e oggi sono amici prima ancora che clienti.
Con questa manifestazione, che fin dalla sua prima edizione ha cercato (e trovato) uno spazio autonomo e un proprio stile, crediamo di essere riusciti a raccontare, e speriamo anche a convincere, che il mestiere di barman è una professione seria e molto impegnativa e che non basta un po’ di tecnica e creatività per riuscire bene.

Con il Summer abbiamo portato alla conoscenza di tanti professionisti l’esperienza e il sapere dei più grandi come Dario Comini, Simone Caporale, Daniele Dalla Pola, Oscar Quagliarini, Dom Costa, Daniele Gentili, Paolo Sanna, Luca Angeli, Diego Ferrari, Francesco Pirineo, abbiamo fatto conoscere le innovazioni in merito alle attrezzature attraverso la collaborazione con alcune tra le migliori aziende del nostro settore come Accademia Luigi Bormioli, Caffè Musetti, Ballarini Professionale, Ceado, 100% Chef, Trabo coi suoi marchi iSi, Arcos e Kisag, abbiamo anticipato tendenze e mostrato tecniche innovative, abbiamo  proposto i prodotti-novità delle migliori aziende del beverage come Velier, Martini, Compagnia dei Caraibi ma soprattutto ci siamo molto divertiti.
Forse il segnale più importante che siamo riusciti a dare è che non è la giacca da “bravo barman” che fa il “barman bravo”.
Oggi questa considerazione può sembrare ovvia, ma 10 anni fa non era così.

Il Summer Drink&Eat Festival si è sempre distinto per il suo stile professionale, ma in un contesto libero, informale, familiare dove la competition è sempre stata vissuta anche come una occasione per incontrarsi e scambiarsi opinioni.
L’avevamo capito tanto tempo fa che questa era la strada giusta e crediamo di aver dato un buon contributo allo svecchiamento e innovazione del nostro settore.

Per il prossimo anno cosa ci inventeremo? Vedremo, siamo già al lavoro con idee tutte nuove, per creare altri eventi.
Ed ecco in sintesi la decima edizione appena terminata.

Data: 26 giugno.
Location: la magnifica scenografia del lago di Gaggiano.
Tema: Esci l’orto che è in te.
Presentatore: l’impareggiabile Stefano Nincevich.
Concorrenti: Cristian Lodi, Giovanni David, Diego Ferrari, Davide Vergine, Jacopo Lucat, Davide Baudino, Jacopo Tioli, Marco Carcatella, Laura Dalcaldo, Filippo Laccu, Terry Monroe, Mario Esposito, Khaled Aboughaba.
Speech: Mattia Pastori di Nonsolococktails.com tra i mercati della Corea e gli orti del pavese; i sour senza agrumi di Samuele Ambrosi del Cloakroom Cocktail Lab di Treviso e la distillazione con evaporatore rotante raccontato dal dynamic trio del Nottingham Forest con Tony Grimaldi, Hiran Danushka e Dario Comini.
Organizzazione logistica: Alessandro Melis e il meraviglioso staff di Drinkable. Insostituibili!
In giuria: Pazienti e inossidabili sono stati Angela Odone de ‘La cucina italiana’, Francesco Animobono di Compagnia dei Caraibi, il critico gastronomico Allan Bay, il giornalista Claudio Burdi.

Vincitori: primo classificato Marco Carcatella del ìThe Bowery di Parma che si è aggiudicato il viaggio premio offerto da Compagnia dei Caraibi presso la distilleria di Maison Ferrand, seconda classificata Laura Dalcaldo de Il Gallone di Mantova e terzi a parimerito Filippo Laccu dello Strozzi Caffè di Firenze e Mario Esposito dello Sheraton Four Point di Bolzano.
Premi speciali: agli amici più cari che hanno sempre sostenuto il Summer ovvero Samuele Ambrosi e Mattia Pastori come ospiti speciali di questa edizione, Diego Ferrari e Terry Monroe, Giorgio Tagliabue e Dario Comini, Danilo Bellucci e, ovviamente, Alessandro Melis.

Main partner: Compagnia dei Caraibi, che dire di più?
Sponsor: Accademia Luigi Bormioli, Ceado, Flo, Trabo con Kisag, Arcos e Isi.
Media Partner: Bargiornale.it.
Un particolare ringraziamento ai ragazzi di Ryto per la degustazione di bargnolino.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *